rabitur vitae est in elit gravida viverra. Ut in elementum arcu. Praesent ligula quam, pulvinar sed aliquam ultrices, eleifend ac lorem. Sed urna eros, ultrices vitae mollis non, viverra at justo. Sed vehicula vestibulum vehicula. Aenean porttitor sem vel libero aliquam sollicitudin. Fusce id vehicula leo. Praesent ac nisl id enim suscipit malesuada sed sit amet est.

Alessandro Dattola

Indirizzo: Via Baracchi, 6
Città: Frabosa Sottana
Provincia: Cuneo
Cap: 12083
Cellulare: 3298506672
Nome referente: Alessandro Dattola
Tipo: Persone fisiche, professionisti e ditte individuali
Attività: animatori culturali e per il tempo libero, associazioni culturali, biblioteche, case editrici e discografiche, centri culturali, centri studi, archivi, consulente look and fashion, costumisti, critici, docenti e studiosi, designer, distribuzione editoriale e discografica, gallerie d’arte, grafici, modelle e casting, organizzatori teatrali, pubblicità e comunicazione, rassegne, festival e concorsi, scenografi e allestitori
Email: aledattola@virgilio.it
Settori artistici
ARTI VISIVE
CINEMA
DESIGN
GRAFICA
INSTALLAZIONI
MODA
PITTURA
SCRITTURA
TEATRO

Descrizione

 

Alessandro Dattola

 

 

 

Alessandro Dattola nasce a Genova il 09 giugno 1969, dopo il liceo artistico frequenta un corso triennale di design di moda, si occupa di pittura, grafica e teatro sempre cercando nuovi percorsi creativi. Nel 2001 sottopone i suoi schizzi allo stilista Andrea Odicini che gli apre le porte del suo atelier genovese e gli insegna alcune tecniche dell’Alta Moda. Dal 2008 propone alla stampa e ai negozi attraverso servizi fotografici e sfilate due collezioni all’anno di abiti femminili: l’Autunno-Inverno e la Primavera-Estate. I suoi vestiti come le sue poesie sono ricerca e sogno. Nel 2009 pubblica la sua prima silloge poetica dal titolo “La rivoluzione delle stelle pensanti”. Alcuni suoi versi e racconti sono inseriti all’interno di antologie varie. Nel mese di giugno 2011 organizza a Mondovì in provincia di Cuneo, insieme a tre artisti cuneesi una mostra intitolata: “La fata verde” dove espone 12 tavole contenenti 12 poesie da lui stesso raffigurate, da quel momento in poi intreccerà le sue liriche ad altre espressioni artistiche, dando vita a delle composizioni originali ed evocative. Attualmente vive e lavora a Pianvignale, nella campagna cuneese, assistito dalla sua amata gatta Sibilla.

 

 

 

La moda

 

 

 

Uno stile raffinato attento ai volumi e al melange di tonalità con cui gioca. Abiti retrò di madri e nonne reinterpretati in chiave moderna e accompagnati da accessori dalla fattura unica. I velluti, i gabardine ed i rasi di seta unendosi a delicati pizzi e passamanerie interpretano una donna che non passa inosservata per la sua eleganza.